Come comprare criptovalute: la guida

Ticker in tempo reale  (BTC)
Caricamento… BTC/EUR

Nota editoriale: la redazione di Cryptofacili.com è finanziata attraverso i link di partner. Pertanto, le ricerche approfondite e i rapporti sul campo rimangono gratuiti per voi. Le commissioni non influenzano le nostre opinioni e recensioni. Per saperne di più.

Le criptomonete non sono più solo una moda ma una vera e propria certezza che ha sconvolto i mercati finanziari: ecco perché piccoli e grandi trader vogliono sapere come comprare criptovalute.

In questa guida esamineremo tutti gli aspetti da conoscere per acquistare crypto: cosa sono, dove comprarle, cosa serve per iniziare, le opportunità e i rischi.

È bene sapere sin da subito che si tratta di un settore estremamente complesso e rischioso per la sua volatilità. Dietro ottime opportunità di guadagno possono nascondersi perdite altrettanto enormi.

Ecco perché è fondamentale acquisire la giusta conoscenza.

Nota editoriale: la redazione di Cryptofacili.com è finanziata attraverso i link di partner. Pertanto, le ricerche approfondite e i rapporti sul campo rimangono gratuiti per voi. Le commissioni non influenzano le nostre opinioni e recensioni. Per saperne di più.

Cosa sono le criptovalute

Prima di addentrarci nel merito, è bene spiegare cosa sono le criptovalute.

Le criptovalute sono monete virtuali, decentralizzate, nel senso che non sono emesse da un ente centrale.

La loro circolazione è regolata dalla blockchain, una tecnologia con cui dei validatori gestiscono dei nodi, regolano il processo di produzione e convalidano le transazioni.

Le criptovalute nascono nel 2009 con Bitcoin, che inizialmente era concepito come un mezzo di pagamento peer-to-peer.

Con gli anni, Bitcoin è diventato sempre di più una riserva di valore (al pari dell’oro), mentre nel frattempo sono nate altre 20.000 criptovalute circa, utilizzate come mezzo di pagamento, utility token (cioè hanno una funzione legata all’utilizzo della blockchain da cui nascono) e/o a fini speculativi.

Dove comprare criptovalute

Ci sono varie e differenti piattaforme dove comprare criptovalute. La distinzione principale è tra exchange e broker. La differenza principale è nel prodotto acquistato.

Exchange crypto

Gli exchange crypto sono siti o app dove acquistare criptovalute “reali”.

Una volta effettuato l’acquisto, potrai cambiare le tue crypto con altre criptovalute, rivenderle e riconvertire il valore in euro, oppure prelevarle e portarle in un wallet esterno, o anche spenderle per fare acquisti o avere servizi.

Broker

I broker invece non consentono l’acquisto diretto di criptovalute ma ti permettono di negoziare con i CFD, acronimo che sta per contract for difference.

I CFD hanno come sottostante la criptovaluta di riferimento, ciò vuol dire che replicano fedelmente il prezzo della crypto e permettono di speculare sul prezzo. Teoricamente, con i CFD potrai persino guadagnare se la crypto perde di valore.

Ma, a differenza dell’acquisto fatto tramite exchange, sui broker non avrai la criptovaluta, per cui i CFD resteranno confinati dentro la piattaforma, non ti servirà un wallet esterno e il titolo non avrà altro utilizzo se non quello speculativo.

Exchange P2P

Oltre ad exchange e broker c’è una terza via per acquistare criptovalute: gli exchange peer to peer. Si tratta di piattaforme dove comprare criptovalute direttamente da altri utenti, pagandoli con carte di credito, o PayPal.

Puoi anche decidere di incontrare un venditore di persona ed effettuare uno scambio faccia a faccia, ma si tratta della scelta in assoluto più rischiosa.

Migliori siti per comprare criptovalute

Fatta questa premessa, possiamo dirti quelle che secondo noi sono le migliori piattaforme per comprare criptovalute.

# 1
Crypto.com Logo Crypto.com
Valutazione
73% 01 / 2023 Soddisfacente Cryptofacili.com
Vai a Crypto.com
Criptovalute: 49
Logo Aave Logo Algorand Logo Apecoin Logo Avalanche Logo Axie Infinity Logo Basic Attention Token Logo Bitcoin Logo Bitcoin Cash Logo BNB ADA Cardano logo Logo Chainlink Logo Cosmos Logo Cronos Logo Curve DAO Token Logo Decentraland Logo Dogecoin Logo Elrond Logo EOS Logo Ethereum Logo Ethereum Classic Logo Fantom Logo Filecoin Flow Logo FTX Logo Hedera Logo Helium Logo Internet Computer Logo Klaytn Logo Litecoin Logo Maker Logo NEAR Logo NEO Logo PAX Gold Polkadot Logo Logo Poligon Logo Quant Logo Shiba Inu Logo Solana Logo Stellar Logo Tezos Logo The Graph Logo The Sandbox Logo Theta Network Logo THORChain Logo Tron Logo Uniswap Logo VeChain Logo Waves Logo XRP
Metodi di pagamento: 5
Logo Mastercard Logo Postepay Logo Sepa Logo Visa Logo Apple Pay
Valutazione
73% 01 / 2023 Soddisfacente Cryptofacili.com
Vai a Crypto.com
Deposito minimo
1 €
Margine massimo
Costi di commissione
0-2,99%
Sicurezza
Costi di commissione
Usabilità
Monete fisiche
Puoi fare trading di criptovalute con questo provider.
# 2
Binance Logo Binance
Valutazione
91% 12 / 2022 Eccellente Cryptofacili.com
Vai a Binance
Criptovalute: 52
Logo Aave Logo Algorand Logo Apecoin Logo Avalanche Logo Axie Infinity Logo Basic Attention Token Logo Bitcoin Logo Bitcoin Cash Logo BNB ADA Cardano logo Logo Chainlink Logo Cosmos Logo Curve DAO Token Logo Decentraland Logo Dogecoin Logo eCash Logo Elrond Logo EOS Logo Ethereum Logo Ethereum Classic Logo Fantom Logo Filecoin Flow Logo FTX Logo Hedera Logo Helium Logo Internet Computer Logo IOTA Logo Klaytn Logo Litecoin Logo Maker Logo Monero Logo NEAR Logo NEO Logo PAX Gold Polkadot Logo Logo Poligon Logo Quant Logo Shiba Inu Logo Solana Logo Stellar Logo Tezos Logo The Graph Logo The Sandbox Logo Theta Network Logo THORChain Logo Tron Logo Uniswap Logo VeChain Logo Waves Logo XRP Logo Zcash
Metodi di pagamento: 5
Logo Mastercard Logo Postepay Logo Sepa Logo Visa Logo Apple Pay
Valutazione
91% 12 / 2022 Eccellente Cryptofacili.com
Vai a Binance
Deposito minimo
2 €
Margine massimo
Costi di commissione
0-2%
Sicurezza
Costi di commissione
Usabilità
Monete fisiche
Puoi fare trading di criptovalute con questo provider.
# 3
eToro Logo eToro
Valutazione
84% 03 / 2023 Buono Cryptofacili.com
Vai a eToro
Disclaimer: il 68% dei conti CFD al dettaglio perde denaro Gli investimenti in criptovalute sono offerti da eToro (Europe) Ltd. e la custodia è fornita da eToro Germany GmbH. Il vostro capitale è a rischio.
Criptovalute: 51
Logo Aave Logo Algorand Logo Apecoin Logo Avalanche Logo Axie Infinity Logo Basic Attention Token Logo Bitcoin Logo Bitcoin Cash Logo BNB ADA Cardano logo Logo Chainlink Logo Cosmos Logo Cronos Logo Curve DAO Token Logo Decentraland Logo Dogecoin Logo EOS Logo Ethereum Logo Ethereum Classic Logo Fantom Logo Filecoin Logo FTX Logo Hedera Logo IOTA Logo Litecoin Logo Maker Logo NEO Polkadot Logo Logo Poligon Logo Quant Logo Shiba Inu Logo Solana Logo Stellar Logo Tezos Logo The Graph Logo The Sandbox Logo Theta Network Logo Tron Logo Uniswap Logo XRP Logo Zcash
Metodi di pagamento: 6
Logo Mastercard Logo Neteller Logo PayPal Logo Postepay Logo Sepa Logo Skrill
Disclaimer: il 68% dei conti CFD al dettaglio perde denaro Gli investimenti in criptovalute sono offerti da eToro (Europe) Ltd. e la custodia è fornita da eToro Germany GmbH. Il vostro capitale è a rischio.
Valutazione
84% 03 / 2023 Buono Cryptofacili.com
Vai a eToro
Disclaimer: il 68% dei conti CFD al dettaglio perde denaro Gli investimenti in criptovalute sono offerti da eToro (Europe) Ltd. e la custodia è fornita da eToro Germany GmbH. Il vostro capitale è a rischio.
Deposito minimo
50 €
Margine massimo
Costi di commissione
1%
Sicurezza
Costi di commissione
Usabilità
CFD crypto
Puoi fare trading di CFD crypto con questo provider.
Monete fisiche
Puoi fare trading di criptovalute con questo provider.

Abbiamo scelto Crypto.com, Binance ed eToro basandoci sui parametri che puoi vedere anche nella tabella riepilogativa, quali:

  • Criptovalute supportate,
  • Metodi di pagamento accettati,
  • Costi di commissione,
  • Numero di utenti,
  • Licenze,
  • Facilità d’uso
  • Deposito minimo.

Crypto.com e Binance sono exchange crypto, mentre eToro è un broker.

Noterai che c’è una differenza nel tipo di licenze che hanno. I broker infatti sono sottoposti ad una rigida regolamentazione, ed hanno pertanto delle licenze diverse rispetto agli exchange crypto.

Questi ultimi invece fino a pochi mesi fa non erano neppure regolamentati in Italia. Da maggio 2022 invece è stato introdotto anche per queste piattaforme l’obbligo di registrazione presso il registro OAM (Organismo Agenti e Mediatori). Questo è al momento il solo obbligo che hanno.

Questo per dirti che non ci sono piattaforme più “legali” di altre. Quelle che trovi qui citate sono tutte a norma di legge, cambia solo la normativa a cui sono sottoposte, dal momento che commerciano prodotti diversi.

L’altro parametro importante che devi tenere presente quando scegli quella che per te è la migliore piattaforma per investire in criptovalute è legato ai costi di commissione.

Ci sono exchange come Binance o Crypto.com che hanno fatto dei costi di commissione ridotti un punto di forza. Altri come Coinbase sono più cari.

Tieni presente che i costi di commissione non si applicano solo all’effettiva operazione di compravendita. Possono essere soggetti a commissioni anche operazioni come deposito minimo, pagamento con carta, o prelievo.

In sintesi, ecco i costi di commissioni applicate dalle piattaforme che consideriamo le migliori:

Piattaforma Commissioni
Crypto.com 0-2,99%
Binance 0-2%
eToro 1%

Infine, ciò che non dovresti mai sottovalutare è la facilità di uso di una piattaforma, soprattutto se sei alle prime armi.

In questo caso, Coinbase e Crypto.com spiccano per le loro interfacce decisamente intuitive.

Migliori app per comprare criptovalute

Tutti i migliori siti dove comprare criptovalute hanno anche una versione mobile. Anche Crypto.com, Binance ed eToro, che ti abbiamo indicato sopra, dispongono di app che possono essere scaricate su device iOS e Android.

La versione mobile solitamente ha un aspetto anche più pratico rispetto all’interfaccia web.

Ma se dovessimo consigliarti la migliore app per comprare criptovalute, il nostro giudizio si sposterebbe su Crypto.com, per un motivo molto semplice. Crypto.com nasce proprio come app all-in-one, per riunire in un unico posto una piattaforma dove comprare criptovalute, avere un wallet, e usufruire di tanti altri servizi.

La versione desktop di Crypto.com infatti è una piattaforma ben diversa dall’app, che è dedicata ad esperti e trader professionisti o istituzionali. Al contrario l’app ha un utilizzo estremamente facile, permettendoti di fare operazioni con pochi e semplici tap.

Come comprare criptovalute: la guida

Vediamo ora una guida passo dopo passo per comprare criptovalute su uno dei più famosi exchange al mondo, e a nostro avviso anche tra i più facili da usare: Coinbase.

Per prima cosa, vedremo come iscriversi. Passeremo poi alla procedura per fare un deposito e per inserire un metodo di pagamento. Vedremo poi come comprare e vendere criptovalute, e, infine, come prelevare criptovalute o denaro fiat.

Ciò che descriveremo per Coinbase, si applica anche alla maggior parte delle altre piattaforme di scambio di criptovalute.

Come iscriversi

La procedura di iscrizione su Coinbase è la seguente:

  1. Vai su: https://www.coinbase.com/signup;
  2. Nella finestra Crea il tuo conto inserisci i tuoi dati quali nome, cognome, mail e password;
  3. Dichiara di avere almeno 18 anni e di aver letto i documenti User Agreement e le Privacy Policy;
  4. Scegli se restare aggiornato tramite newsletter;
  5. Completa la procedura KYC compilando una scheda anagrafica, inviando un documento di identità e un selfie;
  6. Attendi che Coinbase verifichi che i dati da te inseriti e il selfie corrispondano a quanto riportato anche sul documento che hai inviato.

La procedura KYC su Coinbase

La procedura KYC è obbligatoria per le piattaforme crypto. Risponde a delle direttive internazionali volte a contrastare il riciclaggio di denaro tramite le criptovalute.

Questo passaggio serve anche a smentire una leggenda metropolitana secondo cui il trading di criptovalute è anonimo. Al contrario!

Le criptovalute sono perfettamente tracciabili non solo perché la maggior parte delle piattaforme richiede il KYC, ma anche per la natura stessa della blockchain che garantisce trasparenza sulle transazioni.

Come fare un deposito

Quando la procedura KYC sarà ultimata, potrai procedere con l’aggiunta di un metodo di pagamento, e con il tuo primo deposito.

Vai su Impostazioni e su Metodi di pagamento, dove potrai aggiungere Paypal, un conto corrente o una carta di credito o di debito.

Inserisci gli estremi di PayPal e carta di credito, oppure associa un conto corrente facendo un piccolo versamento dalla tua banca verso il conto Coinbase.

Per quanto riguarda l’associazione del conto corrente, tieni presente che l’intestatario del conto e il titolare dell’account sull’exchange devono coincidere.

Inoltre, devi sapere che non tutte le banche consentono operazioni da e verso gli exchange crypto. Accertati che la tua banca non applichi restrizioni.

Metodi pagamento Coinbase

Per fare un deposito:

  1. vai sulla dashboard iniziale;
  2. vai su Risorse;
  3. seleziona Euro;
  4. Seleziona Aggiungi denaro.

Riceverai le coordinate per poter fare un bonifico da un conto corrente bancario a te intestato al tuo conto su Coinbase.

A meno che non decidi di utilizzare i bonifici istantanei, ricorda che i tempi di elaborazione di un bonifico possono essere di 1 o 2 giorni.

Come comprare criptovalute su Coinbase

Comprare criptovalute su Coinbase è estremamente facile e rapido.

  1. Clicca su Acquista/Vendi;
  2. Inserisci l’importo che vuoi investire in euro;
  3. Nel campo Acquistare inserisci la criptovaluta che desideri tra quelle disponibili;
  4. Scegli se pagare con il portafoglio Euro (sarebbe il saldo che ti viene attribuito dopo che avrai fatto il bonifico), o con carta;
  5. Clicca su Acquista criptovaluta;
  6. Clicca su Anteprima Acquisto, per visualizzare i costi di commissione e procedere con l’operazione;
  7. Clicca su Acquista ora per terminare l’acquisto;
  8. Riceverai la conferma sul desktop e via mail.

Anteprima acquisto Coinbase

Troverai la criptovaluta acquistata in Risorse nell’apposita sezione.

In alternativa a questa procedura, puoi andare su Effettua Transazioni, trovare la criptovaluta che vuoi acquistare in Lista di controllo e cliccare su Acquista.

Come vendere criptovalute su Coinbase

La procedura per vendere criptovalute su Coinbase è del tutto simile a quella appena descritta per l’acquisto.

  1. Clicca su Acquista/Vendi;
  2. Seleziona Vendere;
  3. In Vendi, inserisci la criptovaluta che vuoi vendere;
  4. Inserisci l’importo che vuoi vendere, in euro o nella criptovaluta desiderata;
  5. Clicca su Anteprima Vendi;
  6. Clicca su Vendi ora;

Riceverai un messaggio e una mail che ti confermano che la vendita è andata a buon fine.

Vendere criptovalute su Coinbase

Come per l’acquisto, puoi vendere criptovalute anche andando in Risorse, e scegliendo da lì l’asset che vuoi vendere.

Come prelevare criptovalute

Una volta fatto il tuo acquisto di criptovalute, potresti doverle prelevare, magari per spostarle in un wallet di tua proprietà, o per pagare un servizio. La procedura è molto semplice.

  1. Vai su Risorse;
  2. Seleziona l’asset che vuoi prelevare;
  3. In alto, troverai un pulsante, Invia/Ricevi,
  4. Inserisci l’importo che vuoi inviare, mentre nel campo “A”, inserisci l’address del wallet destinatario;
  5. Cliccando su Continua, vedrai un’anteprima dell’operazione con costi di commissione e tempi di arrivo.
  6. Cliccando su Invia ora, procederai con l’invio della somma.

Prelevare criptovalute da Coinbase

Attenzione! Se inserisci l’address sbagliato perderai i fondi, perché l b

Come prelevare euro

Se invece hai venduto le tue criptovalute e vuoi inviare fondi, non devi fare altro che:

  1. andare su Risorse;
  2. Cliccare su Euro;
  3. Cliccare su Continua;
  4. Scegliere una delle destinazioni inserite tra conto corrente, carta, oppure PayPal.

Coinbase ti mostrerà le tue opzioni, i relativi costi, e i tempi per ricevere il denaro.

Prelievo denaro da Coinbase

Comprare crypto con Paypal

La maggior parte degli exchange di criptovalute e dei broker, consente di inserire PayPal tra i metodi di pagamento.

Per farlo, basta semplicemente indicare il proprio account PayPal ed avere saldo sufficiente per poter procedere con le operazioni.

Potresti aver sentito dire che si possono comprare criptovalute con PayPal direttamente dall’app. È vero, PayPal da ottobre 2020 ha aperto a questa integrazione, consentendo operazioni con alcune criptovalute tra cui Bitcoin, Bitcoin Cash e Litecoin, ma sfortunatamente si tratta di una funzione che non è ancora disponibile in Italia.

Comprare crypto con Postepay o carta di credito

Le carte di credito sono tra i metodi di pagamento più comuni. Anche gli exchange crypto e i broker le accettano. La maggior parte di essi infatti supporta le carte con circuito Visa o Mastercard.

Puoi comprare criptovalute anche con Postepay. La carta prepagata di Poste Italiane è comunemente accettata, essendo legata, a seconda delle versioni, al circuito Visa o a Mastercard.

In ogni caso, per comprare crypto con PostePay o con altra carta di credito/debito/prepagata, non dovrai fare altro che indicarne gli estremi direttamente nella piattaforma che hai scelto, inserendolo in modo predefinito, oppure nel momento in cui effettui l’acquisto.

Ricorda che non tutte le banche accettano che le carte da loro emesse siano utilizzate per operazioni in crypto. Accertati che il tuo istituto di credito non sia tra quelli che limitino il trading di criptovalute.

Conviene comprare criptovalute?

Conviene investire in criptovalute? Anche qui, come per il paragrafo precedente, non c’è una risposta precisa.

Sicuramente le criptovalute stanno entrando nel portfolio di molti trader, piccoli e grandi risparmiatori e persino aziende.

Il momento storico che stiamo vivendo, con l’inflazione galoppante che erode il potere di acquisto, ha avuto come conseguenza proprio l’aumento dell’interesse verso le criptovalute, considerate al riparo da queste dinamiche.

C’è chi ritiene che le criptovalute arriveranno a sostituire il denaro così come lo conosciamo ora. È una visione al momento ricca di fantasia. È più probabile che criptovalute e denaro fiat convivranno per molto tempo.

Quel che è certo è che investire in criptovalute comporta dei rischi non indifferenti, come ogni tipo di investimento.

Nel lungo periodo, le criptovalute, tutte, possono crescere di valore, ma possono anche perderlo e persino azzerarsi fino a implodere.

Sicuramente è una saggia decisione diversificare sempre i propri investimenti e non affidarsi mai ad un unico asset.

Per quel che riguarda nello specifico le criptovalute, conviene investire solo nei progetti che si ritengono solidi e affidabili.

Prima di comprare ogni criptovaluta, è sempre opportuno documentarsi, capire se la crypto ha uno scopo, un’utilità, se la sua struttura è solida, se il team è affidabile. Se a tutte queste domande ottieni risposte che ti danno fiducia, allora puoi investire con maggiore serenità.

In un mercato con più di 20.000 monete virtuali in circolazione, è bene sapere che non tutte hanno le stesse fondamenta e già in passato si sono visti progetti che sembravano dirompenti e poi sono finiti per essere “scam coin” o per avere dei bug o delle falle che ne hanno compromesso lo sviluppo.

Ecco perché prima di investire è fondamentale conoscere il prodotto che si sta acquistando. Le criptovalute non fanno eccezione.

Quali criptovalute comprare

Adesso che sai come e dove comprare crypto, vorresti sapere anche su quale criptovaluta investire.

Premesso che questa vuole essere una guida e non un consiglio di investimento, partiamo col ripetere che attualmente il settore conta circa 20.000 token.

La scelta è ampia e non c’è una risposta secca alla domanda “Quale criptovaluta comprare oggi”.

Per decidere le criptovalute su cui investire devi innanzitutto adottare una strategia. Vuoi fare un investimento di lungo periodo? Oppure preferisci la speculazione sui prezzi? Quanto rischio sei disposto a correre?

Perché, se volessi avere una riserva di valore, la scelta più saggia è probabilmente comprare Bitcoin.

Se invece vuoi interagire con una blockchain perché credi nella sua potenzialità, vuoi esplorare i casi d’uso, vuoi entrare nel settore DeFi o degli NFT, allora dovresti comprare Ethereum o Cardano.

Se invece vuoi correre il rischio massimo, allora dovresti rivolgerti agli asset speculativi per eccellenza: le memecoin come Dogecoin o Shiba Inu.

Si tratta di crypto fortemente volatili, che non hanno alcuna utilità per la loro natura giocosa. Sono quindi soggetti a fortissime escursioni di prezzo, a volte senza neppure un motivo. Possono portare a grandi guadagni e ad ingenti perdite. Il loro valore può anche azzerarsi: ecco perché sono da prendere con la massima cautela.

Decidere in quali crypto investire comporta un attento studio sia dell’asset sia dei rischi ad esso connessi.

Dove custodire le criptovalute: i wallet

Chi compra criptovalute da un exchange crypto deve anche avere dei wallet dove poterle custodire in sicurezza.

In realtà le criptovalute restano sulla blockchain, il wallet va solo a determinare le modalità di accesso.

I wallet crypto sono dei portafogli virtuali, generalmente delle app, dei portali online o delle estensioni di browser, che funzionano tramite una chiave pubblica e una chiave privata e sono protetti da crittografia.

La chiave pubblica è una stringa alfanumerica, che ti permette di ricevere le transazioni tramite address. La chiave privata, invece, è quella che ti consente di mantenere al sicuro le tue criptovalute e di cui solo tu devi essere a conoscenza.

Tipi di wallet crypto

Esistono vari tipi di wallet:

  • Custodial wallet,
  • Non custodial wallet,
  • Hardware wallet,
  • Cold wallet,
  • Hot wallet.

Spesso alcune di queste definizioni possono applicarsi allo stesso tipo di portafogli.

I custodial wallet sono i wallet la cui chiave privata è tenuta da una terza parte. È il caso dei wallet integrati negli exchange.

I non custodial wallet ti permettono di avere il totale controllo delle criptovalute: sarai tu ad avere la chiave privata e gli strumenti di accesso (generalmente una seed phrase di 12 o 24 parole). Ma se perdi la chiave privata, perderai anche il contenuto del wallet.

Gli hot wallet sono portafogli sempre connessi ad internet. I cold wallet invece possono anche andare offline.

È il caso degli hardware wallet, che, a differenza dei precedenti wallet, non sono costituiti da una semplice app, ma sono dei veri e propri dispositivi fisici, che funzionano con l’ausilio di tasti per permettere le operazioni.

Sono i dispositivi più sicuri perché possono essere spenti e messi offline: le tue criptovalute in questo modo saranno al riparo da attacchi informatici o furti.

Previsione prezzi criptovalute

Dopo un 2021 carico di entusiasmo ed euforia, il 2022 si sta rivelando un anno molto complicato per il settore crypto.

Siamo in quello che viene definito bear market, il mercato orso, segnato anche dal fatto che Bitcoin è finito più volte sotto la soglia psicologica dei 20.000 dollari.

Allora, cosa aspettarsi per il futuro? I detrattori del settore sostengono che il mercato sia una bolla pronta a scoppiare. La realtà è che il settore crypto è ciclico e questa fase era attesa.

Probabilmente in pochi pronosticavano che fosse così drammatica, con la maggior parte delle criptovalute che ha perso oltre il 90% dai record del 2021, con poche eccezioni.

La verità è che le criptovalute sono qualcosa di ancora molto giovane e che deve maturare. Quando questo avverrà, sarà chiaro che i progetti più forti, resisteranno e resteranno, mentre tanti altri token sono destinati a sparire.

Ecco perché è sempre importante investire in criptovalute in modo consapevole e affidarsi solo ai progetti solidi o accettare tutti i rischi.

Ricorda che questa è una guida e non un consiglio di investimento. Ti ribadiamo sempre che è fondamentale procedere con l’acquisto di crypto solo se sei pienamente padrone dei mezzi: conosci l’asset, la piattaforma e hai del capitale da investire che sei disposto a perdere.

Perché purtroppo le criptovalute non sono sinonimo di guadagno sicuro. Tuttavia, alcune come Bitcoin hanno dimostrato la loro solidità negli anni, a fronte di periodi anche burrascosi.

Del resto le crypto sono nate per disegnare una nuova economia e questo spiega perché molti credono che, anche alla luce delle ultime turbolenze economiche, siano qui per restare e per creare un mondo di maggiori opportunità finanziarie per tutti.

FAQ sull’acquisto di Bitcoin

Puoi acquistare criptovalute su exchange crypto.

Devi essere iscritto ad un exchange crypto e avere un’identità verificata dalla piattaforma che hai scelto. Poi ti basterà fare un deposito, oppure procedere con l’acquisto della crypto scelta e pagare al momento con carta di credito.

Non c’è un prezzo fisso per nessuna criptovaluta, ad eccezione delle stablecoin. Il valore di ogni crypto è determinato dalle oscillazioni del mercato e può essere anche molto volatile.

Attualmente in Italia solo Banca Sella offre la possibilità di comprare crypto. Fineco Bank permette di investire in criptovalute con strumenti derivati.

Analista

Giornalista ed appassionata di criptovalute, sono nel settore dal 2018. Credo nelle potenzialità della tecnologia blockchain e delle crypto ma mi tengo a distanza dalle meme coin. Mi definisco un essere estremamente razionale.

Ne hai abbastanza della teoria? Inizia!

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ticker in tempo reale  (BTC)
Caricamento… BTC/EUR

Calcolatore degli investimenti


Importo iniziale
Prezzo attuale
Numero di token
Prezzo di vendita

Aumento di
Fai trading ora